English VersionEnglish Version

L’EAVI(Elettroagopuntura secondo Voll Integrata) ed il MORA appartengono al gruppo delle Metodiche di regolazione Bioelettronica: esse permettono di effettuare una diagnosi ed una terapia olistica utilizzando strumenti di misura elettronici.

L’EAV rappresenta una sintesi, effettuata dal Dr. Reinhold Voll nei primi anni cinquanta, tra l’Agopuntura Tradizionale Cinese, la Medicina Clinica Occidentale, la farmacologia Omeopatica, Omotossicologica ed Isopatica.

L’essenza della metodica consiste nel verificare, usando il puntale di misurazione di un’apparecchiatura elettronica, lo stato bioelettrico dei punti di Agopuntura, oltre che di nuovi punti e Meridiani scoperti da Voll e da altri ricercatori.

La situazione bioelettrica, data dai valori di resistenza cutanei, viene evidenziata su un apposito quadrante.

Il valore di resistenza fisiologico di un punto, che corrisponde ad un organo in equilibrio bioenergetico, e quindi sano, è uguale a 50 US(unità di scala arbitrarie, che si possono leggere sul quadrante di misurazione).

Valori minori di 50 US (cioè Yinn), indicano un deficit energetico, cioè processi degenerativi o sclerotici sempre più gravi, a mano a mano che ci si avvicina allo zero.

Valori più elevati di 50 US (cioè Yang), indicano processi da infiammazione o da intossicazione tanto più accentuati, quanto più ci si avvicina a 100 US(valore massimo della scala).

Però, il più importante criterio di valutazione diagnostica è la cosiddetta Caduta dell’Indice: questa si ha quando la lancetta del quadrante di misurazione, mentre si spinge sul punto con il puntale di misurazione con intensità costante, sale sino ad un valore massimo e poi inizia a scendere, per fermarsi ad un valore minimo(ad esempio, caduta da 80 a 40 US).

Un’altra possibilità offerta dall’EAV è quella di effettuare il Test dei Medicamenti: esso ci permette di misurare se un determinato medicamento è adatto per curare la patologia del paziente.

Inserendo infatti nell’apposita vaschetta portafarmaci, posta in serie nel circuito, un medicamento e rimisurando un punto già controllato, il valore rilevato si avvicinerà a 50 US se è adatto a curare la patologia in atto, se ne allontanerà in caso contrario.

Ad esempio, se il valore iniziale è di 80 e, con il farmaco nella vaschetta, il valore scende a 60, il rimedio è utile terapeuticamente.

L’EAVI, cioè l’ Elettroagopuntura secondo Voll Integrata, vuole invece essere una sintesi tra l’EAV classica e le conoscenze accumulatesi negli ultimi venti anni nell’ambito di altre metodiche bioenergetiche come: il test del Riflesso Cutaneo Vegetativo secondo Schimmel, la Kinesiologia applicata nei suoi vari indirizzi(neuralchinesiologia, chinesiologia strutturale ecc.) e la terapia di biorisonanza secondo Morell e Rasche(MORA).

Ciò si è reso necessario poiché ciascuno dei suddetti metodi fornisce un grande aiuto al terapeuta, ma ha anche dei limiti, che possono essere superati se vengono usati in sinergia.

L’EAVI utilizza perciò nuove tecniche di misurazione, che ne ampliano le possibilità diagnostiche e terapeutiche. Queste sono: 

  • Misurazione indiretta di un punto
  • Determinazione delle correlazioni energetiche tra i punti.
  • Uso di fiale (con omeopatici unitari o complessi), denominate “fiale filtro o indicatrici”. 

In questo modo si determina, per approssimazioni successive, quali e dove sono i blocchi energetici fondamentali che provocano la sintomatologia del paziente e quale di loro è il più importante gerarchicamente.

In questo modo, intrattenendo una specie di colloquio energetico con l’organismo, si riesce ad arrivare ad una diagnosi precisa e ad eseguire un trattamento efficace, che deriva dalla diagnosi posta.

Il nostro fine con l’EAVI è quindi: di possedere un metodo rapido, a scelta binaria, che non faccia perdere informazioni durante il percorso diagnostico e con la possibilità di verificare tutto ciò che il terapeuta teoricamente conosce; che sia valido ed affidabile permettendo di verificare la diagnosi con metodi complementari, diversi tra loro ed eseguibili in una stessa seduta.

Con questo Test Bioelettronico si possono verificare:

  • La presenza di Campi elettromagnetici geopatogeni, che disturbano la fisiologia dell’organismo.
  • La presenza di Allergie od Intolleranze alimentari.
  • La presenza di infezioni croniche nascoste a livello dei denti, delle tonsille, dei seni paranasali o di altre parti del corpo.
  • Inoltre si possono testare i rimedi omeopatici o di altro tipo(fitoterapici, vitamine ecc.) che portano a riequilibrare i potenziali energetici dei punti di agopuntura, in modo da scegliere la terapia più efficace nel singolo paziente.

Ma quali sono le indicazione cliniche principali di questo test?

Dall’esperienza accumulata negli ultimi decenni da migliaia di medici che lo utilizzano in tutto il mondo, si possono elencare le patologie in cui si ottengono i migliori risultati.

  1. Malattie allergiche, comprese le Allergie ed Intolleranze alimentari. In questo gruppo abbiamo: le rinocongiuntiviti allergiche, l’asma bronchiale e la bronchite asmatica.  Inoltre, in dermatologia: le dermatiti allergiche, gli eczemi, l’orticaria, l’acne ed alcune forme di psoriasi.
  1. Apparato gastroenterico: gastroduodeniti ed ulcere duodenali, coliti croniche, dispepsie di vario tipo, stitichezza e diarrea cronica.
  2. Apparato cardiocircolatorio:   turbe del ritmo cardiaco di origine funzionale, ischemia miocardia iniziale, molte forme di ipertensione arteriosa, insufficienza circolatoria agli arti inferiori, insufficienza cardiaca iniziale.

  1. Apparato epatocolecistico: epatiti croniche, insufficienza epatobiliare, intossicazioni croniche da sostanze chimiche.
  2. Apparato genito-urinario: cistopieliti e glomerulonefriti croniche, coliche renali con microcalcolosi, prostatiti croniche, vaginiti da candida o da altri patogeni. Annessiti, cisti ovariche, dismenorrea, turbe del ritmo mestruale, alcune forme di sterilità non legate ad un evidente problema anatomico.

  1. Apparato endocrino: ipertiroidismo di grado lieve-medio, ipotiroidismo di lieve entità, diabete mellito non insulino dipendente, sindrome premestruale, sindrome climaterica.
  1. Apparato muscoloscheletrico: cervicobrachialgie e lombosciatalgie non legata ad ernia del disco, poliartralgie su base reumatica od artrosica.
  1. Sistema nervoso: cefalee emicraniche e nevralgie, sindromi ansioso-depressive non di origine endogena, distonie neurovegetative. Sclerosi multipla allo stadio iniziale. Alcune forme di epilessia.
  1. Stati degenerativi maligni allo stato iniziale: la terapia biologica testata con l’EAVI può accompagnare le terapie classiche, con possibilità di attenuare notevolmente gli effetti collaterali dei chemioterapici e della radioterapia.
  1. Malattie infettive delle vie aeree:   faringotonsilliti recidivanti, rinosinusiti e bronchiti croniche, specie dei bambini.
  1. Odontoiatria: si possono diagnosticare e curare le gengiviti croniche, i foci dentari, e si può dare un aiuto per le periodontiti e le parodontosi.

Si possono inoltre alleviare gli effetti dannosi da intossicazione o da intolleranza ai materiali  dentari.

English VersionEnglish Version

 

e-max.it: your social media marketing partner

Traduttore

Italian English French German Portuguese Spanish


Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.